domenica 1 giugno 2008

Leggi o aggiungi consigli di lettura

Eccoci qua! In proporzione alla libreria, un piccolo spazio per dare voce ai vostri consigli. Si tratta di dare agli amanti della lettura e a chi invece la odia, dei titoli e delle motivazioni di libri da non perdere. Per questo vi chiedo gentilmente di contribuire a questa iniziativa. Potete scegliere di pubblicare nel blog, inviarmi e-mail o portare di persona in negozio dei titoli (completi di autore, edizione, anno di pubblicazione, prezzo e pagine) seguiti da motivazioni di lettura. È chiaro che il blog semplifica il tutto e arriva più lontano.Nel caso alcuni dati “tecnici” non siano a vostra disposizione, provvederò io a completare la scheda. Alla fine della scheda è preferibile firmarsi con nome e cognome, ma se qualcuno preferisce restare nell’anonimato, non ci sono problemi. Sono ammessi tutti i generi letterari, per adulti, ragazzi e bambini. Ogni settimana in ordine di arrivo affiggerò in un apposito spazio all’interno della libreria i vostri consigli, poiché dispongo per ora di una mini lavagna, vi chiedo di non eccedere le 30-35 righe. Questa piccola e umile iniziativa ha l’obiettivo oltre che di coinvolgere più persone scettiche davanti ai libri, di poter dare voce a dei dibattiti immaginari, parlare non solo di ciò che si vede, ma di ciò che si legge e si prova. Tutto ciò a mio avviso si può fare, e dei consigli fatti da semplici parole, da chi i libri li ama per il solo gusto di amarli, sono un ottimo stimolo. Spero il vostro contributo sia generoso, come lo sono i libri con noi.
Apro le danze con due frasi e poi subito il primo consiglio.
I testi prodotti dagli scrittori li possono leggere tutti e tutti sono liberi di giudicarli.
(C. Segre)
Il verbo leggere non sopporta l’imperativo.
(D. Pennac)

19 commenti:

Libreria Godot ha detto...

Libro: FAHRENHEIT 451
Autore: RAY BRADBURY
Scritto nel 1953
I edizione Oscar Mondadori 1966
pag 195 - € 7,80

Questo libro benché sia stato pubblicato più di quarant'anni fa, racconta una triste realtà stagnatasi nel presente.
La parola chiave è: Libro. La storia narra di un periodo (fantascientifico) in cui i libri sono banditi: chi ne possiede anche uno solo è un fuori legge e pertanto deve pagare con la prigione. I pompieri del fuoco, che nel romanzo sono I Militi del Fuoco, non hanno il compito di spegnere incendi, ma di bruciare i libri, gli ultimi scampati ad una distruzione sistematica.
Il libro è pericoloso, poiché consente agli individui di porsi domande, sia reali che esistenziali, col rischio che il pensiero vergine di ogni individuo induca ad un malessere collettivo.
Il “Governo” li sostituisce con la televisione, altra parola chiave. La scatola viene infatti chiamata La Grande Famiglia. Tutti possiedono una TV ultra piatta, grande quanto una parete. Talvolta sono tre o quattro le pareti occupate dalla Grande Famiglia. Questa ha il compito di non far pensare, di distogliere le persone dai problemi, dal pensiero di dover pensare.
Il protagonista Montag è un Milite che svolge il suo lavoro egregiamente, ma solo per routine. La moglie assuefatta dalla TV vive passiva e indifferente. L'incontro con una ragazzina diciassettenne, cambierà la vita di Montag, perché c'è sempre chi infrange le regole, e in questo caso a infrangerle sono coloro che amano la lettura, facendone un motivo di vita e quindi di morte.

Montag: stavo pensando all'incendio della settimana scorsa. All'uomo alle cui biblioteche abbiamo posto mano. Che fine ha fatto quell'uomo?
Beatty: lo hanno portato urlante in manicomio.
Montag: eppure non era pazzo.
Beatty: chiunque creda di poter ingannare il governo e noi è un pazzo.
Montag: cercavo d'immaginarmi che cosa si deve provare a vedere i vigili del fuoco, intendo bruciare le nostre case, i nostri libri.

Consigliato da: Libreria Godot I settimana di giugno

Garcia l'orca ha detto...

Bellissima iniziativa, complimeti!

Anche io ho un libro da consigliare, ma attingo alla letteratura recente.

Libro: L'ELEGANZA DEL RICCIO
Autore: MURIEL BARBERY
Anno: 2007
Editore: E/O
pag 321 - € 18,00

Da leggere perchè...

E' un libro scritto molto bene, tradotto benissimo dal francese.
Molto carina la veste grafica.
Profuma di nuovo.
Ha per protagoniste le riflessioni a due voci di due donne, due "ricci", due splendide clandestine nel mondo dell'ipocrisia umana.

Da leggere perchè "trovare un sempre nel mai" è un buon motivo per vivere la vita.

Libreria Godot ha detto...

Grazie mille caro Garcia l'orca. L'eleganza del riccio non l'ho ancora letto, ma è già nella mia lista di libri da non perdere. Ne ho parlato con diverse persone e tutte hanno speso buone, anzi ottime parole in merito. Potrai vedere il tuo consiglio affisso in libreria la III settimana di Giugno. Grazie e continua a consigliarci.
Seguite il consiglio di Garcia l'orca, si prospetta interessante!!!

KAISER SOZE ha detto...

Mi rivolgo a tutti quelli che alla fine degli anni settanta erano bambini e avevano un eroe che pilotava un robot d’acciaio, ebbene se il vostro eroe era Actarus sappiate che non se la passa proprio bene. Dopo anni a lottare contro l’implacabile Vega il pilota del mitico Goldrake non ce la fa più. Non basta essere un pilota di fama internazionale, quando la routine lavorativa ti pesa come un coperchio… il capo rompe, gli anni cominciano a pesare (una trentina) e il deserto dell’insoddisfazione ti spaventa più di quella terribile sigla di sottofondo quella che risuonava ogni qualvolta nel combattimento finale, Goldrake (forse per esigenze televisive), era costretto a subire i robot nemici prima di annientarli definitivamente con il tuono spaziale o con un arma equipollente…
Aveva proprio ragione Federico Fiumani quando cantava “chissà se poi gli eroi vivono solo d’aria o c’è la madre che gli rammenda i calzini”

Autore: Claudio Morici
Libro: Actarus la vera storia di un pilota robot
Editore: Meridiano Zero
Pagine 222, Euro 13

P.S. Ma dove si nascondono i lettori di questo paese? E’ possibile che nessuno abbia voglia di suggerire una lettura… daaai!!! Non siate avidi di sapere… E’ bello poter condividere sapienza.

Libreria Godot ha detto...

KAISER SOZE, gentilissimo nel consigliare il libro di Morici. Grazie anche per l'incitazione a suggerire le letture. Il tuo consiglio sarà affisso in libreria la IV settimana di Giugno. Geniale il tuo nome in codice!
Spero che questa iniziativa possa prendere piede e risultare utile.
Buona lettura a tutti (sinonimo di buona vita).

dogemoH ha detto...

Ogni promessa è debito. Eccomi qui a saldare i conti. Prima di procedere con i consigli volevo però fare i complimenti a Paola per l'iniziativa. Non mi riferisco solo al blog ma anche e sopratutto all'apertura dell'attività della Libreria.
Finalmente anche a Isili una Libreria dove i libri non sono semplici oggetti di commercio ma qualcosa di più.
Per me il piacere della lettura inizia prima di aver aperto il libro, ad esempio raccogliendo le impressioni di un amico o curiosando tra gli scaffali.
Se poi il libro è bello, il piacere di averlo letto continua ogni volta che ne parli a qualcuno.
Per questo grazie Paola.
Per i consigli... alla prossima

Libreria Godot ha detto...

Benvenuto dogemoH, grazie assai. Credo di aver inteso chi sei, e i tuoi complimenti mi rendono felice ed orgogliosa. Concordo pienamente con te quando dici che i libri non sono semplici oggetti di commercio. Ognuno di loro ha un profumo, un mondo da esplorare, una bellezza interiore che si specchia nei nostri occhi tutte le volte che ne leggiamo il contenuto, e noi poi lo riflettiamo nei nostri pensieri e nelle nostre parole. Mi piace pensare che la nostra vita sia una raccolta di citazioni di milioni di libri, e leggerli ci rende la strada da percorrere un'immensa avventura. Dopo aver fatto la persona seria, mi commuovo un pochino e mi soffio il naso. Il tuo commento il questo blog è atteso come la quiete dopo la tempesta... Questa era una citazione alquanto fuori luogo.
Buona lettura, sempre..

EOS73 ha detto...

Salve a tutti…mi associo ai complimenti…Brava Paola!!!
I miei consigli per l’estate sono…”Il giorno in più” di Fabio Volo e “L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafon….emozioni garantite….Buona lettura a tutti.

Libreria Godot ha detto...

Ciao EOS73. Benvenuto. Grazie anche a te per i complimenti. Siete troppo gentili!!!
Senza un vostro aiuto non posso fare molto. Quindi passaparola, passaparola e ancora passaparola.
Appena ho un po' di tempo scrivo i consigli che mi hanno consegnato di persona delle ottime lettrici... Aspettiamo

Libreria Godot ha detto...

Libro: LE CENERI DI ANGELA
Autore: McCourt
Editore: Adelphi
ANNO 2000
pag 378 - € 10,00


Questo consiglio è indirizzato sia ai ragazzi (adolescenti) che agli adulti.

È da leggere perchè...

Insegna che si può essere allegri anche non avendo lo stretto necessario.
Parla della povertà più assoluta, vista attraverso gli occhi di un bambino:
un' implacabile osservatore che riesce a trovare nella povertà anche della ilarità.
Pur trattando un argomento forte, doloroso, questo libro riesce a farti sorridere.
“la povertà è talmente povera da risultare grottesca”.
Un forte messaggio è inoltre il valore del riscatto: “l'infanzia infelice” dello scrittore e il suo successo da giornalista, ne sono il risultato.

Ambientazione storica: Irlanda negli anni fra le due guerre.

Consigliato da: Brunazzo Patrizia
Un sincero grazie per il consiglio assai prezioso.
Paola

Libreria Godot ha detto...

Un altro consiglio da parte di un amico:
Libro: LA STRADA
Autore: Mc CARTHY
Editore: EINAUDI - SUPER CORALLI
ANNO 2007
€ 16.80


Un uomo e un bambino percorrono a piedi una strada. Gli unici loro averi in un carrello da supermercato, che portano con loro.
Quando il libro inizia sono già in viaggio, diretti verso Sud, verso un clima più temperato. Il mondo che conosciamo non esiste più. Non si cosa è successo. Non ci sono più alberi, non ci sono più animali. Niente da mangiare. Dal cielo cade costantemente cenere.
Devono difendere se stessi e i loro pochi averi da bande di pedoni.
Commovente e appassionante.
"Nessuna lista di cose da fare. Ogni giornata sufficiente a se stessa. Ogni Ora. Non c'è un dopo. Il dopo è già qui. Tutte le cose piene di grazia e bellezza che ci portiamo nel cuore hanno un'origine comune nel dolore. Nascono dal cordoglio e dalle ceneri. Ecco, sussurrò al bambino addormentato. Io ho te."



Grazie di cuore a Mariano C. per il prezioso consiglio.
Continua a seguire il blog. Abbiamo bisogno anche di te.

Garcia l'orca ha detto...

VITA DI PI
Yann Martel
Ed. Piemme 2003

Il libro per la vostra sognata vacanza estiva!

Da leggere perchè...

...scoprire il Richard Parker silente in ognuno di noi può essere terapeutico.

C'è tutto in questo meraviglioso libro:
vita, morte, mare, terra, cielo, religione, amicizia, amore, dolore, paura, felicità, ironia, avventura e molto, molto di più.

Buona lettura!

Libreria Godot ha detto...

Ben tornata Garcia l'orca.
Non avevo ancora sentito parlare del libro che hai consigliato, nonostante sia un Bestseller. Mi è bastato poco per farlo arrivare in libreria e constatare che si tratta di un libro eccezionale. Quindi grazie assai.

Continuate a scrivere, mi piace imparare e crescere!

Buona lettura, sempre!

KAISER SOZE ha detto...

Ho accettato il consiglio di Paola.
Il suo consiglio da brava libraia era, “leggi Fahrenheit 451 ti servirà per leggere tutti gli altri libri”. Questa frase non è che infondesse in me chissà quale certezza, avrei continuato a leggere a prescindere dalla lettura di Fahrenheit 451.
Acquisto il libro e inizio a leggerlo, dopo le prime pagine mi appare di una noia letale. “Ma cosa mi hai consigliato Paola?” Questo è il pensiero che alberga nella mia testa. Il tutto e il poco si svolge molto lentamente, un rallenty una moviola, cosi io percepisco le scene. Ripenso alla frase di Paola, “leggi Fahrenheit 451 ti servirà per leggere tutti gli altri libri”, mi concentro e provo a capire quale possa essere il vero significato di questa sua affermazione. Forse è un messaggio in codice !!! Ma no, ecco cosa voleva dire: questo libro è talmente brutto che lo metterai via nel minor tempo possibile, ne prenderai un altro e mentre lo leggerai ti sembrerà di gran lunga molto più interessante di Fahrenheit 451, perché Fahrenheit 451 è un libro brutto e noioso. Ecco mi aiuterà a leggere altri libri perché è illeggibile! Intanto andavo avanti con la lettura e man mano che voltavo le pagine la mia percezione cominciava a cambiare, “non è poi così noioso come sembra, dico” ! I personaggi prendono forma e sostanza e riescono a captare la mia attenzione come dei bravi attori e ben presto mi rendo tristemente conto che la loro realtà non si discosta tanto dalla mia. O meglio, dalla nostra… Ma non doveva essere un libro di fantascienza?
Quando ero piccolo il futuro lo immaginavo così: l’umanità in lotta contro gli alieni, ma un’umanità che poteva confidare sulla protezione di un grande robot d’acciaio. Il futuro è arrivato e mi ritrovo in un presente dove si lotta per poter conoscere le verità. Continuo la lettura, e sento come una strana impressione, e come se stessi leggendo per la prima volta, il primo libro, il libro zero… una sorta di catarsi. Aveva ragione Paola, Fahrenheit 451 ti servirà per leggere tutti gli altri libri. E’ proprio vero, ma se leggere fosse proibito?
PS Grazie del consiglio

Libreria Godot ha detto...

Kaiser Soze, sono felice per tutto quello che hai scritto, ma brava libraia potevi risparmiarlo. Solo tra 20 anni lo sarò, forse.
Fahrenheit 451 per me è un libro importante, per tanti motivi. Il libro chiave, il libro metafora, il libro verità, il libro triste, il libro meschino, il libro genio, il libro lungimirante, il libro impossibile, il libro caldo, il libro severo, il libro realista, il libro romantico e potrei continuare forse all'infinito.
Sono gelosa, perché dopo che ho finito la piacevole lettura, ho subito detto “perché non l'ho scritto io?”
Ho riflettuto assai, e le motivazioni sono sconfortanti e vado ad elencarle: 1. ho solo ventiquattro anni e il libro non sarebbe più catalogato nel genere Fantascienza,;2. ho tanta rabbia perché viviamo in una realtà fantascientifica e di conseguenza sarebbe stato uno sfogo adolescenziale; 3. non sono chiaramente RAY BRADBURY , ma spero in futuro di esserlo, e soprattutto non sono una brava scrittrice.
Dopo aver temporeggiato un poco saluto con il solito buona lettura!

Andrea ha detto...

titolo: ENDURANCE - L'incredibile viaggio di Shackleton al Polo Sud
autore: Alfred Lansing
Editore: TEA
isbn: 978-88-502-0393-2
prezzo: 8,60

Una storia vera, incredibile, che sembra un romanzo.
1914: una spedizione esplorativa in Antartide fallisce, una nave viene stritolata dai ghiacci, inizia un'odissea nel gelo. Ventisette uomini dispersi quando non esistevano radio, gps, aerei, satelliti, riescono a sopravvivere all'inverno polare e infine a salvarsi tutti.
Un progetto ambizioso che fallisce si trasforma in un'impresa ancora più straordinaria.
Il libro è scritto benissimo ed è adatto anche ai più giovani, infatti ora lo sta leggendo mio figlio che ha 12 anni.

Libreria Godot ha detto...

Benvenuto Andrea e grazie assai per il tuo prezioso consiglio.
tra qualche settimana sarà nella mini bacheca in libreria!! Continua a consigliarci perché siamo in tanti ad essere assetati di libri...

Libreria Godot ha detto...

A tutti un vigoroso Buongiorno!
Vi riporto qui di seguito i libri in vetrina per questo strano Natale.
Ho scelto un'esposizione non commerciale, ossia ho intenzione di consigliare dei libri, che secondo un mio umile parere sarebbero dei regali di qualità per i vostri cari...
- Firmino (Savage Sam)
- Po cantu biddanoa (Benvenuto Lobina)
- L'insostenibile leggerezza dell'essere (Kundera Milan)
- Gioco dell'angelo (Zafòn)
- L'eleganza del riccio (Barbery Muriel
- Fahrenheit 451 (Ray Bradbury)
- Perdas de fogu. (massimo Carlotto e mama sabot)
- Italians (Beppe Severgnini)
- La società dello spettacolo (Debord Guy)
- Misterioso. Viaggio nel silenzio di Thelonius Monk (Stefano Benni)
- VAJONT, 9 0TTOBRE '63. ORAZIONE CIVILE. ( Marco Paolini)
- Aspettando Godot (Samuel Beckett)
- Senza polvere senza peso (Mariangela Gualtieri)
- TOTÒ È SEMPRE TOTÒ. IL MEGLIO DI TOTÒ...

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.